Orari S. Messe

Domenica e festivi:
8.00 - 9.30 - 11.00 - 12.15 - 19.00


Leggi tutto

Foglietto parrocchiale

15 maggio 2021

>>> Ore 18:30, recita del Rosario in Chiesa <<<


Dalla lettera enciclica di Papa Francesco FRATELLI TUTTI - Sulla fraternità e l'amicizia sociale
98. Voglio ricordare quegli "esiliati occulti" che vengono trattati come corpi estranei della società. Tante persone con disabilità "sentono di esistere senza appartenere e senza partecipare". Ci sono ancora molte cose "che impediscono loro una cittadinanza piena". L'obiettivo non è solo assisterli, ma la loro "partecipazione attiva alla comunità civile ed ecclesiale. È un cammino esigente e anche faticoso, che contribuirà sempre più a formare coscienze capaci di riconoscere ognuno come persona unica e irripetibile". Ugualmente penso alle persone anziane "che, anche a motivo della disabilità, sono sentite a volte come un peso". Tuttavia, tutti possono dare "un singolare apporto al bene comune attraverso la propria originale biografia". Mi permetto di insistere: bisogna "avere il coraggio di dare voce a quanti sono discriminati per la condizione di disabilità, perché purtroppo in alcune nazioni, ancora oggi, si stenta a riconoscerli come persone di pari dignità".

99. L'amore che si estende al di là delle frontiere sta alla base di ciò che chiamiamo "amicizia sociale" in ogni città e in ogni Paese. Quando è genuina, questa amicizia sociale all'interno di una società è condizione di possibilità di una vera apertura universale. Non si tratta del falso universalismo di chi ha bisogno di viaggiare continuamente perché non sopporta o non ama il proprio popolo. Chi guarda il suo popolo con disprezzo, stabilisce nella propria società categorie di prima e di seconda classe, di persone con più o meno dignità e diritti. In tal modo, nega che ci sia spazio per tutti.

Documento sulla fratellanza umana, per la pace mondiale e la convivenza comune, redatto da Papa Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar, Ahmad Al-Tayyeb
http://www.vatican.va/content/francesco/it/travels/2019/outside/documents/papa-francesco_20190204_documento-fratellanza-umana.html 

LITURGIA DELLA PAROLA

Dagli Atti degli Apostoli (At 18,23-28)
Trascorso ad Antiochia un po' di tempo, Paolo partì: percorreva di seguito la regione della Galazia e della Frigia, confermando tutti i discepoli.
Arrivò a Efeso un Giudeo, di nome Apollo, nativo di Alessandria, uomo colto, esperto delle Scritture. Questi era stato istruito nella via del Signore e, con animo ispirato, parlava e insegnava con accuratezza ciò che si riferiva a Gesù, sebbene conoscesse soltanto il battesimo di Giovanni. Egli cominciò a parlare con franchezza nella sinagoga. Priscilla e Aquila lo ascoltarono, poi lo presero con sé e gli esposero con maggiore accuratezza la via di Dio. Poiché egli desiderava passare in Acaia, i fratelli lo incoraggiarono e scrissero ai discepoli di fargli buona accoglienza. Giunto là, fu molto utile a quelli che, per opera della grazia, erano divenuti credenti. Confutava infatti vigorosamente i Giudei, dimostrando pubblicamente attraverso le Scritture che Gesù è il Cristo.
Parola di Dio

Salmo responsoriale     dal salmo 46 (47)
Rit. Dio è Re di tutta la Terra.

Popoli tutti, battete le mani!
Acclamate Dio con grida di gioia,
perché terribile è il Signore, l'Altissimo,
grande re su tutta la Terra. Rit.

Perché Dio è Re di tutta la Terra
cantate inni con arte.
Dio regna sulle genti,
Dio siede sul suo trono santo. Rit.

I capi dei popoli si sono raccolti
come popolo del Dio di Abramo.
Sì, a Dio appartengono i poteri della terra:
Egli è eccelso. Rit.

Alleluia, alleluia.
Sono uscito dal Padre e sono venuto nel mondo;
ora lascio il mondo e vado al Padre. 
(Gv 16,28)

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 16,23b-28)
In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: "In verità, in verità io vi dico: Se chiederete qualche cosa al Padre nel mio Nome, Egli ve la darà. Finora non avete chiesto nulla nel mio Nome. Chiedete e otterrete, perché la vostra gioia sia piena.
Queste cose ve le ho dette in modo velato, ma viene l'ora in cui non vi parlerò più in modo velato e apertamente vi parlerò del Padre. In quel giorno chiederete nel mio Nome e non vi dico che pregherò il Padre per voi: il Padre stesso, infatti, vi ama, perché voi avete amato me e avete creduto che io sono uscito da Dio. Sono uscito dal Padre e sono venuto nel mondo; ora lascio di nuovo il mondo e vado al Padre".
Parola del Signore

Archivio letture settimanali

Info parrocchia

Parrocchia S. Maria del Carmine
Piazza Petrarca 1
35137 Padova (PD)
Tel. ufficio parrocchiale: 049/87.60.422
E-mail: carminepd@gmail.com

Info scuola materna

Scuola Materna S. Maria del Carmine
Piazza Petrarca 3
35137 Padova (PD)
Tel. 049/87.56.811
E-mail: carminepd.materna@gmail.com

Parrocchie vicine (zona pastorale)