Background Image
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  7 / 12 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 7 / 12 Next Page
Page Background

5

All’apertura del nuovo Anno Pastorale mi sembra opportuno

offrire una panoramica delle varie attività della parrocchia.

Liturgia

: la parrocchia offre diversi appuntamenti che non

si limitano certo alle Ss. Messe feriali e festive. Ogni mese: il

giorno 16 la S. Messa delle 19,00 si celebra all’altare del Car-

mine; il primo lunedì dalle 9,30 alle 11,30 in Basilica si tiene

un incontro mariano di preghiera con Adorazione Eucaristica,

Rosario meditato e S. Messa; il primo venerdì il parroco porta

la comunione agli anziani e ammalati impossibilitati a muo-

versi che ne fanno richiesta; in Avvento e Quaresima ci sono

i Ss. Vespri meditati nella Scoletta; il mese di maggio porta

con sé i fioretti mariani; il primo sabato del mese nella chiesa

di S. Giuseppe delle Suore Elisabettine alle 9,30 si recita il

Ss. Rosario pregando per le intenzioni raccolte in chiesa con

l’iniziativa “al pozzo del cuore di Dio”. Di grande rilevanza

liturgica sono le due feste mariane della Parrocchia: la Madon-

na dei Lumini che celebriamo in questi giorni e la Madonna

del Carmine, che ha confermato la presenza davvero notevole

di fedeli degli scorsi anni, nonostante la collocazione di sabato

(con le relative partenze per il week-end) avesse fatto temere

un calo di partecipazione; in particolare molto affollata è stata

la S. Messa delle 18,30 seguita dalla tradizionale processione

mariana, presieduta quest’anno per la prima volta dal nostro

vescovo Claudio. Ringraziamo i tanti volontari adulti e giovani

che hanno animato questa giornata sia dal punto di vista litur-

gico che da quello ricreativo, con la bella e partecipata serata

in Patronato. Non dimentichiamo inoltre che la nostra Basilica

è una delle poche chiese della città ad avere un penitenziere

disponibile a tempo pieno per le confessioni e le benedizio-

ni. Con la scomparsa del sig. Marcolongo siamo stati privati

del nostro “braccio destro”, ma l’arrivo delle suore ha in par-

te compensato il vuoto, in particolare per quanto riguarda la

cura delle tovaglie dei molti altari, dei fiori e degli arredi sacri

IN FAMIGLIA